Blog: Palermo al contrario

Palermo al contrario nasce nel 2016.

Palermo al contrario è un blog collettivo che sognavo da tempo. E’ un racconto nuovo della città, delle cose che vorremmo andassero al contrario, delle cose che cominciano finalmente ad andare al contrario e delle cose che vanno al contrario solo a Palermo ed è bello così. Raccontiamo una città lontana dagli stereotipi, una città contemporanea, onesta e ambientalista.

Chi siamo

Isabella Musacchia, Dario Castagnetti, Eliana Messineo, Stefano la Barbera, Gaetano Lombardo, Fabrizio Pedone, Roberta Calderone, Marco Faldetta, Maria Antonietta La Barbera, Giulio di Chiara, Gaetano Crivello, Emanuele Messina.

Progetti

2017 Le sedie di Palermo al contrario: abbiamo invitato a Palazzo Sant’Elia, 10 palermitani a sedersi con noi e a raccontare a tutti quelli che si sarebbero seduti di fronte a loro una storia testimone di un cambiamento avvenuto, in atto o auspicato. Trasformandosi in dei veri e propri libri umani. L’evento si è svolto all’interno della tre giorni: Right to the future.

2016 Tombola di Palermo al contrario, la tombola che al posto dei numeri ha i luoghi, i protagonisti e i tormentoni della città.

2016 – Album fotografico Le sedie di Palermo: una raccolta di foto delle sedie che si trovano in giro per la città. Album>>

 

Il logo è un polpicello al contrario e si chiama Momo. Un polpo tenero, onesto e ambientalista. Il contrario della terribile piovra.

Momo è anche la nostra musa ispiratrice e questa è la sua storia. Il suo nome d’origine è Mohamed ed è un polpicello arrivato dalle vicine acque africane. Un giorno incontra un pescatore palermitano in apnea, armato di fiocina. Mohamed lo fissa per alcuni secondi, poi lo disarma abbracciandolo. Nell’abbraccio, il pescatore sente battere i tre cuori e capisce di volere cambiare vita. Così smette di pescare e diventa un appassionato biologo marino. Questa è la leggenda di Mohamed, soprannominato Momo dai palermitani e Momò a San Lorenzo. Momo, che come ogni polpo ha tre cuori, è l’unico capace di dare con un suo abbraccio, la forza di cambiare a ogni palermitano. Perché anche i palermitani hanno tre cuori: uno nel petto, uno nella testa e uno nella pancia. Se solo battessero tutti e tre insieme.

 

CONTATTI

palermoalcontrario@gmail.com

sito www.palermoalcontrario.com

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...