Exposong

Com’è nata la canzone?

Un anno prima di Expo ho partecipato a un concorso letterario indetto dall’università di Milano che si chiamava Explog: bisognava fare un articolo che sollevasse la discussione su Expo2015. Ho scritto l’articolo Expo sarà per Milano un’occasione straordinaria?” interamente composto da domande, alcune ispirate a fatti di cronaca, altre ironiche, altre ancora surreali in cui mi chiedevo come avrebbero reagito i milanesi all’esposizione universale. Ho vinto il concorso e dopo sei mesi ho conosciuto Pablo Ciallella, il cantante, e gli ho proposto di scrivere una canzone. Le domande sono rimaste le mie ma lui ha inventato sia la musica sia il ritornello. Abbiamo fatto sentire la canzone, è piaciuta l’abbiamo incisa.

E il video?

In quel periodo Milano era un cantiere a cielo aperto, e il video si questa canzone io lo immaginavo colorato e surreale come il suo testo. Così l’ho disegnato. Nel coloratissimo video di ExpoSong, Pablo e una nutria del naviglio vanno in giro per la città alla scoperta di tutti gli interrogativi ancora aperti. Incontrando le papere dei navigli, la scrofa semilanuta, i fenicotteri di Villa Invernizzi, Leonardo Da Vinci, Samantha Cristoforetti e il fantasma della Callas.

Ne hanno parlato molti giornali online (wired, repubblica, linkiesta, tgcom) e Exposong è arrivata anche in radio.

rassegna stampa.jpg

Infine sono stata una delle protagoniste del libro People of Expo, il progetto fotografico che ha raccolto storie e persone di Expo2015.

people of expo.jpg

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...